Pagine

sabato 27 dicembre 2014

Per denti più forti l'equiseto

Pianta di equiseto
Continua la carrellata di piante ed erbe utili a mantenere una bocca sana.
L'equiseto o coda cavallina è una pianta utilizzata per rimediare a tanti disturbi e, tra le sue proprietà, alcune riguardano anche la salute dei denti e della bocca.
Essendo l'equiseto molto ricco di sostanze minerali utili, viene impiegato con successo contro l'epistassi e per la cura di infiammazioni della pelle. Ha inoltre importanti proprietà diuretiche, ma è in particolare utile per rinforzare i denti e le ossa.


venerdì 26 dicembre 2014

Stop al dolore con i chiodi di garofano

Proprietà antidolorifiche dei chiodi
di garofano
Continua la serie di post sulle erbe toccasana per la bocca e i denti.
Oggi parlerò dei chiodi di garofano e delle sue proprietà analgesiche, in particolare per quanto riguarda i dolori dentari.
Infatti, proprio per le sue caratteristiche antisettiche e antidolorifiche, il chiodo di garofano é uno dei rimedi più usati per i problemi della bocca.


giovedì 11 dicembre 2014

Meno infiammazioni della bocca con la malva

Questo sarà il primo di una serie di post dedicati alle proprietà che molte piante hanno nel migliorare diversi problemi del cavo orale.
Malva: contro le infiammazioni della bocca
Uno di questi é quello legato alle infiammazioni gengivali e delle mucose orali, ma vedremo in seguito come affrontare con le piante anche il dolore dentario e l'alitosi o come rinforzare ossa e denti.
Non si tratta ovviamente di sostanze miracolose, ma semplicemente di erbe che possono aiutare a rinfrescare l'alito o risolvere piccoli problemi infiammatori della nostra bocca.
Una di queste erbe é la malva.

lunedì 13 ottobre 2014

Cereali o pseudo-cereali senza glutine.

Il glutine é nel frumento
Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali: frumento, segale, kamut, orzo, farro, spelta, tricale.
Si è scoperto che una frazione proteica del glutine che nel frumento si chiama gliadina è responsabile in alcuni individui di fenomeni di sensibilità ed in altri di una sindrome  denominata celiachia.

venerdì 22 agosto 2014

La cellulite

La cellulite (pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica) è un fenomeno molto frequente nelle donne. 
E' da considerare una vera e propria patologia dovuta ad un'alterazione dell'ipoderma, parte del sottocute ricca di cellule adipose.
La cellulite é frequente nelle donne


Questo tessuto è sempre in attività e il suo metabolismo è influenzato dal bilancio calorico.
Quando il bilancio calorico è negativo scioglie i grassi (lipolisi), quando è positivo diventa un deposito di grassi.

L'attività metabolica dell'ipoderma funziona in modo ottimale quando si ha una buona microcircolazione (venosa e linfatica) in quanto questa può  svolgere meglio l'azione di assorbire i grassi in caso di eccesso o rimetterli in circolo in caso di carenza.

sabato 26 luglio 2014

Frutti e verdura di stagione

Verdura di stagione
Il mese di luglio é un pò la cartina di tornasole che ci dimostra se il lavoro fatto nei mesi precedenti nel nostro orto é stato buono.
E' infatti il mese in cui si raccolgono a piene mani i frutti e la verdura tipiche della stagione estiva.
Ma è anche il periodo in cui gettare le basi per dei buoni raccolti in autunno e inverno.
Si raccolgono pomodori, zucchine, fagiolini,carote e insalate di vari tipi.

venerdì 13 giugno 2014

I magri vivono di più


I magri tendono a vivere di più
Chi ha  genitori obesi ha un rischio 10 volte maggiore di diventare obeso. D'altro canto le famiglie obese tendono ad avere animali domestici obesi, e qui la genetica non c'entra niente.
Sono quindi le scelte alimentari, l'inattività e in minima parte la genetica che portano all'obesità.
Quello che rende le persone sovrappeso non é tanto la quantità di cibo, ma è soprattutto il fatto che la maggior parte delle loro calorie proviene da grassi e carboidrati raffinati, poveri di nutrienti.

giovedì 12 giugno 2014

Reishi

Oggi parlerò di un altro fungo ancora più portentoso dello shiitake, il Reishi (Ganoderma lucidum).
Questo fungo dalle proprietà medicamentose è un saprofita della quercia e del castagno. Ne abbiamo due varietà, rosso e nero, di cui si possono trovare varie immagini sul web.
In Italia è abbastanza raro, non è un fungo commestibile per il suo sapore amaro e la consistenza legnosa.


E' un fungo coltivato soprattutto in Cina e in Giappone, ma anche in tutta l'Asia. In questi paesi viene chiamato " fungo dell'immortalità" per via delle sue infinite proprietà terapeutiche. 
In Cina era già utilizzato per per le sue doti terapeutiche nel primo secolo a.C. e per la sua rarità veniva valutato a peso d'oro.

Lo si può trovare secco nei negozi biologici e si può consumare sottoforma di tisana oppure in capsule ( forse la soluzione migliore) come integratore. Condizione imprescindibile è che arrivi da coltivazioni biologiche.

martedì 10 giugno 2014

Le alghe

Le alghe commestibili non fanno parte della nostra cultura culinaria, a differenza di quella orientale, dove questi alimenti  sono molto apprezzati.
Benefici delle alghe commestibili
Il Giappone è il paese maggior consumatore al mondo. Sulle sue coste sono presenti numerose coltivazioni.

Esistono più di 25 mila specie di alghe.
Possono essere di diverse dimensioni, da piccolissime a parecchi metri di lunghezza.
Anche i colori sono estremamente variabili, a seconda dell'habitat in cui vivono.

mercoledì 4 giugno 2014

L'olio di semi di lino


L'olio di semi di lino è un alimento alleato della nostra salute, per la sua ricchezza di acido alfa linolenico (ALA),capostipite degli acidi grassi omega 3, importantissimi dal punto di vista nutrizionale per le proprietà antinfiammatorie e neuro, cardio-protettive.
Semi di lino

I grassi vengono depositati nell'organismo sotto forma di trigliceridi, i quali sono formati da 3 molecole di acidi grassi che vanno a legarsi a una molecola di glicerolo.

Gli acidi grassi si dividono in : 

  • ACIDI GRASSI SATURI;
  • ACIDI GRASSI MONOINSATURI;
  • ACIDI GRASSI POLINSATURI.

mercoledì 21 maggio 2014

Shiitake

Forse non tutti sanno che ci sono funghi che oltre ad essere amati per la loro bontà sono apprezzati per le loro proprietà salutari.

Oggi parlerò del fungo shiitake (Lentinula Edodes), di origine asiatica, attualmente il secondo fungo commestibile più consumato al mondo.
Il suo nome deriva dalla unione di due parole giapponesi "Shii" (quercia) e "Take" (fungo): infatti cresce sui tronchi di quercia.

lunedì 19 maggio 2014

Lo zenzero

E' una pianta erbacea perenne di cui vengono utilizzate le radici fresche o essiccate.
Radice fresca di zenzero
L'origine è asiatica e venne portato in Europa ai tempi dei Romani.
Lo Zenzero contiene diversi principi attivi, tra cui: olio essenziale, gingeroli, shogaoli, resine e mucillagini.
Queste sostanze, oltre a dare il caratteristico aroma, gli conferiscono proprietà salutari, addirittura medicinali.

Lo possiamo trovare in commercio fresco o in polvere da utilizzare come spezia. 

Per quanto riguarda il suo utilizzo, consumandolo fresco si può apprezzare maggiormente il suo particolare aroma, che tende a farsi meno intenso con la sua essicazione. Dal punto di vista delle proprietà non ci sono differenze.

Le alleate fibre

Alimenti ricchi di fibre
In questo blog parleremo molto spesso dell'importanza per l'organismo delle fibre vegetali. Cercherò di spiegarne in maniera semplice il motivo. Le fibre si trovano in tutti i prodotti vegetali. Non hanno valore energetico o nutritivo, in quanto non siamo in grado di digerirle (ci manca il corredo enzimatico necessario).
Le fibre alimentari si dividono in due grandi classi: le fibre solubili e le fibre insolubili.

giovedì 15 maggio 2014

I ceci

Cicer Arietunum  è una pianta erbacea della famiglia delle Fabeceae e i ceci sono i suoi semi.
Ceci e verdure

I ceci, dopo fagioli e soia sono i terzi legumi più consumati al mondo.
Sono coltivati nella maggior parte delle regioni mediterranee. Caratteristica peculiare della pianta è quella di avere delle radici che vanno molto in profondità e questo le permette di vivere anche con una minima quantità di acqua.

Dal punto di vista calorico 100gr. di ceci forniscono 314 calorie. Pur essendo più calorici dei fagioli, sono più equilibrati dal punto di vista nutrizionale.
I ceci contengono proteine vegetali (con una vasta gamma di amminoacidi), sali minerali, vitamine, acidi grassi polinsaturi (quelli salutari) e fibre.

sabato 10 maggio 2014

La carne è salutare?


Quante volte abbiamo sentito dire che la carne fa bene alla salute, è fondamentale per la crescita, ci rende forti, che fa sangue?  Siamo sicuri che sia così indispensabile e salutare?
Mangiare carne é salutare?




mercoledì 7 maggio 2014

Il pomodoro


Il pomodoro è  considerato l'ortaggio principale nella cucina italiana, non c'è orto in cui non viene coltivato.
Rappresenta uno degli alimenti più rappresentativi della dieta mediterranea.
Il mese migliore per la raccolta del pomodoro è agosto, dove il sole caldo e le scarse precipitazioni lo rendono maturo, profumato e dolce al palato.
Vari tipi di pomodoro

In Italia se ne coltivano diversi tipi, i più conosciuti sono :
  • Ciliegino  (insalate)
  • Tondo  (insalate)
  • Grinzoso  (insalata e sughi)
  • Cuore di bue  (insalata)
  • San Marzano  (conserve e passate)
Il pomodoro è un alimento naturale e quindi lo classifichiamo tra i cibi amici della salute.

lunedì 5 maggio 2014

Cibi alcalinizzanti

L'equilibrio tra acidità e alcalinità è fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo, il quale ha tutta una serie di meccanismi (respirazione, reni, produzione ormoni) per mantenerne un giusto bilanciamento.
Alcuni cibi alcalinizzanti

Per capire i concetti di acido e alcalino bisogna conoscere il pH.
Cosa è il pH ?
Il pH è una scala di misura che va da 0 a 14, che ci indica se una sostanza è acida o alcalina. 

Un pH inferiore a 7 indica una sostanza acida
Un pH superiore a 7  indica una sostanza alcalina
Un pH uguale a 7 indica una sostanza neutra

domenica 4 maggio 2014

Importanza della vitamina D

La vitamina D è un microelemento di  grandissima importanza. Viene anche chiamata la vitamina del sole perchè viene prodotta nell'organismo, in particolare nella pelle, grazie alla sua esposizione ai raggi UVB. 
Sole e vitamina D

Il fabbisogno di vitamina D dell'organismo è assicurato per circa l'80% dalla quota sintetizzata a livello cutaneo e solo per il 20% da quella derivante dall'alimentazione.
Sono infatti pochi gli alimenti che contengono quantità apprezzabili di vitamina D.


lunedì 28 aprile 2014

Attività fisica nella prevenzione dei tumori

L'attivita fisica previene molte malattie
E' risaputo che l'attività fisica ha un ruolo basilare nella prevenzione di malattie cardiovascolari, diabete tipo 2 e obesità.
Forse però non tutti sanno che il movimento è importantissimo  anche nella prevenzione dei tumori, in particolare  di tumori al seno, colon, polmone, endometrio.
Il meccanismo non è ancora del tutto chiaro, sembra che l'attività fisica porti una maggior ossigenazione dei tessuti, stimoli una maggiore attività delle sostanze antiossidanti presenti nell'organismo e stimoli il sistema immunitario.

giovedì 24 aprile 2014

Una varietà di riso integrale: il riso nero (Venere)

Riso nero con verdure
Il riso nero Venere, è una varietà di riso integrale, così chiamata per il suo caratteristico colore nero dovuto ai pigmenti prodotti dalla pianta. Questa varietà di riso, ottenuta con tecniche non biotecnologiche, è stata brevettata da SA.PI.SE., cioè dalla Sardo Piemontese Sementi e nasce nella Pianura Padana.
E' stato messo a punto da un ibridatore cinese residente nel vercellese a partire da un riso di origine asiatica.
Il risultato é un prodotto con le stesse proprietà del Riso Nero cinese, che esiste in Cina già da molto tempo. Nell'antichità, veniva chiamato "Riso degli Imperatori", per le sue proprietà nutrizionali.

lunedì 21 aprile 2014

Mangiamo il cioccolato fondente

Il golosissimo cioccolato 
Il cioccolato fondente é un ottimo alimento e deve le sue benefiche proprietà all'alto contenuto di cacao
L'albero del cacao viene coltivato in tutti i paesi tropicali, dove il clima caldo umido costante costituisce l'habitat ideale per la sua crescita. Il suo frutto ha la grandezza di un melone e contiene dei semi di color porpora della grandezza di una mandorla.
Attraverso vari trattamenti di questi semi si ottiene il cacao, con il quale si può produrre il cioccolato.

domenica 20 aprile 2014

Alimenti per denti sani

Cibo e denti sani: un importante binomio
In questo articolo vorrei parlare di alimentazione legata alla salute dentale, elencando alcuni alimenti che aiuterebbero i denti a resistere agli attacchi di placca batterica e carie.
Si tratta di un argomento che mi é molto caro, visto la professione che svolgo.
Recenti studi hanno svelato che alcuni cibi sono particolarmente utili nel contribuire al mantenimento di un buon stato di salute dentale.


martedì 15 aprile 2014

Coltivare i fagioli

Pianta di fagiolo
I fagioli appartengono alla famiglia delle leguminose, di cui fanno parte anche i piselli, le fave, le lenticchie e i ceci.

Abbiamo visto in un precedente articolo l'importanza dei legumi in una sana alimentazione, in particolare per la grande quantità di proteine vegetali che essi contengono. Diventa così fondamentale, qualora decidessimo di allestire un piccolo orto casalingo, coltivare queste piante per avere una buona scorta di legumi sulla nostra tavola.
In questo articolo parlerò della coltivazione dei fagioli.


lunedì 14 aprile 2014

I salutari legumi


Fagioli: salutari legumi
I legumi (piselli, fave, fagioli, ceci, lenticchie, soia) sono i semi delle piante appartenenti alla famiglia delle Papilionacee e sono una miniera dal punto di vista nutrizionale.
Rappresentano un’alternativa proteica alla carne con due vantaggi, l’uno dal punto di vista salutistico (vedi raccomandazioni WCRF), l’altro dal punto di vista eco-compatibile visto che la produzione di carne richiede un dispendio di energia 10 volte maggiore rispetto a quella richiesta per produrre alimenti proteici di origine vegetale.
Alcuni possono contestare il fatto che nella carne ci sono tutti gli amminoacidi essenziali a differenza dei legumi, ma si può benissimo compensare questa carenza associandoli ai cereali .
Infatti i legumi sono carenti in metionina e cisteina, mentre i cereali sono deficitari di lisina e triptofano; associandoli è quindi possibile raggiungere un valore biologico complessivo pari a quello delle proteine animali.
Quindi se possiamo associamo legumi e cereali si ottiene un apporto proteico ottimale, esempio tipico è la pasta e fagioli.

sabato 12 aprile 2014

Latte? No grazie..

Quante volte abbiamo sentito dire che il latte è un ottimo alimento che fa bene alle ossa? 
Se vi dicessi che non è vero, anzi è il contrario, ci credereste ? Forse no, ma dopo quello che leggerete può darsi che cambierete idea.
Latte: un alimento molto usato

Il latte contiene senza dubbio calcio, su quello non possiamo essere smentiti, quindi potrebbe essere utile per le ossa. Dico potrebbe perchè c'è un problema: il latte contiene proteine animali, che creano acidificazione del sangue (come lo zucchero e la carne ); il nostro organismo per neutralizzarla ha bisogno di sostanze alcaline e sapete da dove le prende? Dalle ossa, ricche di calcio.
Quindi è vero che ti dà, ma altrettanto vero che ti toglie.


Il miglio: non solo agli uccellini...


Il miglio  è un alimento naturale e come tutti gli alimenti della terra è in sintonia con il nostro organismo,  lo possiamo tranquillamente classificare  tra gli alimenti salutari.
Questo cereale è ricco di carboidrati, proteine, acidi grassi insaturi ( quelli buoni !! ), è fonte di vitamine A, B1, B3 e PP,  inoltre è ricco di minerali come fosforo, magnesio, ferro, fluoro e silicio.
Il miglio: un alimento salutare
Il miglio ha un buon sapore ed è ben digeribile, inoltre se ben decorticato non contiene glutine quindi adatto per i celiaci.

Il miglio ha il vantaggio di essere facile da cucinare in quanto l’ammollo non serve ma è bene lavarlo accuratamente sotto l’acqua corrente utilizzando un colino con maglie molto fini per evitare di disperderlo.

mercoledì 9 aprile 2014

Il metabolismo


Il metabolismo basale rappresenta la quantità di energia che l'organismo umano utilizza per mantenere le funzioni vitali e lo stato di veglia.
Anche nel sonno il metabolismo é attivo

Queste sono rappresentate dalla pompa cardiaca, dalla respirazione polmonare, dall'attività cerebrale, dal mantenimento del tono muscolare, dalle varie attività cellulari e dalla termogenesi (quella che ci permette di mantenere la temperatura corporea costante).
Possiamo definirlo come la velocità con cui viaggia il nostro motore quando si è fermi e quando si dorme.
Ricordiamoci che il corpo brucia calorie in tutto l'arco delle 24 ore.

venerdì 4 aprile 2014

Dimagrire con 5 pasti al giorno

In questo articolo vorrei spiegare perché si possa più facilmente dimagrire con 5 pasti al giorno, piuttosto che con una loro riduzione di numero.
Dimagrire con 5 pasti al giorno


Subito dopo aver mangiato, nel nostro organismo si mettono in atto tutta una serie di meccanismi che ci permettono di digerire gli alimenti introdotti e successivamente assorbirli.
Ogni volta che mangiamo obblighiamo il nostro corpo a lavorare e a consumare energia bruciando calorie.
Se aumentiamo la frequenza giornaliera dei nostri pasti incrementiamo di conseguenza la spesa energetica e quindi il consumo di calorie.

martedì 1 aprile 2014

La curcuma

La curcuma è una spezia di origine indiana di colore giallo ocra, è anche conosciuta come lo zafferano delle indie. La sua pianta ha foglie lunghe a forma ovoidale con fiori raccolti all'interno di spighe.
La gialla curcuma

Viene utilizzato soprattutto nella cucina indiana e thailandese, singolarmente o con il curry, di cui è l'ingrediente principale.

La curcuma è di facile reperibilità,  la si può trovare sia nei negozi specializzati in prodotti biologici che nei supermercati.

mercoledì 26 marzo 2014

Benefici della frutta secca

Nella categoria della frutta secca possiamo elencare noci, nocciole, mandorle, anacardi, pinoli e pistacchi. Tutti questi alimenti hanno delle proprietà benefiche, molto utili in una sana e corretta alimentazione.
Frutta secca: grandi benefici

Molte persone evitano questo tipo di cibo per paura di ingrassare, facendo un grosso errore; infatti si è visto in diversi studi che questa convinzione è sbagliata, anzi il consumo di  frutta secca oltre a non provocare un aumento del peso, comporta benefici alla nostra salute e ci allunga la vita.



lunedì 24 marzo 2014

Prevenire tumori e patologie croniche


Esiste una serie di raccomandazioni utili alla prevenzione di tumori e patologie croniche.
Non essendo noi nè scienziati nè ricercatori, ci basiamo su quello che dice il WCRF (Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro). Vi hanno contribuito oltre 150 fra ricercatori, epidemiologici e biologici di circa 50 centri di ricerca tra i più prestigiosi al mondo. Le raccomandazioni sono:
Attività fisica quotidiana
1)      Rimanere snelli tutta la vita;
2)      Mantenersi fisicamente attivi tutti i giorni;
3)      Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica (sono i cibi industrialmente raffinati, precotti e preconfezionati che contengono elevate quantità di zuccheri e grassi);
4)      Evitare il consumo di bevande zuccherate;
5)      Basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di origine vegetale, con cereali non industrialmente raffinati e legumi in ogni pasto;
6)      Mangiare almeno 5 porzioni tra verdura e frutta al giorno (circa 600 grammi);
7)      Limitare il consumo di carni rosse (non superare i 500 grammi a settimana);
8)      Evitare il consumo di carni conservate;
frutta e verdura per prevenire patologie
9)      Limitare il consumo di bevande alcoliche;
10)  Limitare il consumo di sale;
11)  Assicurarsi un apporto sufficiente di tutti i nutrienti essenziali attraverso il cibo, da qui l'importanza di variare l'alimentazione a tavola;
12)  Allattare al seno (se possibile almeno 6 mesi).

Queste raccomandazioni sono utili per la prevenzione del cancro ma anche di tutta una serie di altre patologie cronico-degenerative. Sono naturalmente valide anche per chi è già ammalato in maniera da prevenire eventuali recidive.
Vedremo più avanti nel dettaglio i suddetti punti e le motivazioni della loro importanza.

Alberto

Minestra di ceci

Si tratta di una ricetta molto semplice per quanto riguarda l'esecuzione, ma altrettanto ricca dal punto di vista nutrizionale.
Una deliziosa minestra di ceci

I ceci infatti sono dei legumi molto ricchi dal punto di vista proteico e possono sostituire egregiamente nella nostra alimentazione le proteine di origine animale.
La minestra di ceci rappresenta quindi un piatto sano, nutriente, ricco di proteine ma privo, al contrario della carne, di grassi animali. 
Vedremo ora come cucinare una zuppa di ceci in maniera veloce e semplice.

I colori della frutta e della verdura

Frutta e verdura sono amiche della salute e hanno come caratteristica comune di essere ricche di acqua, fibre, vitamine, minerali e zuccheri naturali. Sono quindi alimenti ad alto contenuto di nutrienti.
Colori di frutta e verdura

E' dimostrata la loro fondamentale importanza nella prevenzione di  malattie cardiovascolari, diabete, obesità e sovrappeso. Ultimamente si è visto anche quanto abbiano rilevanza nella lotta contro i tumori. Il consiglio infatti è quello di mangiarne almeno 5 porzioni al giorno per sfruttarne i benefici.
Ognuno di questi alimenti ha delle peculiarità benefiche proprie e per ottenere il massimo dei vantaggi è importante variarli nella dieta.
La natura ci dà un aiuto nelle nostre scelte colorando frutta e verdura: a secondo del colore cambiano i benefici e le proprietà nutritive (si parla di proprietà nutraceutiche)

Quindi mangiamo a colori e non sbagliamo.


domenica 23 marzo 2014

Perché tendiamo ad ingrassare



Purtroppo è così: dimagrire non è spontaneamente facile come ingrassare.
Si tende facilmente ad ingrassare
Se noi pensiamo che l’uomo ha circa due milioni di anni, non è pensabile  che la nostra genetica sia cambiata molto nell’arco di poche centinaia di migliaia di anni, noi siamo ancora disegnati su un metabolismo costruito per farci aumentare di peso, adatto ad un mondo fatto di privazioni, carestie, periodi con scarsità di cibo.
L’uomo oggi vive in un mondo completamente diverso rispetto a quello sul quale è stato tarato dal punto di vista genetico. Ecco perché tendiamo ad ingrassare...


Lo zucchero ? No, grazie

Oggi voglio parlare dello zucchero, uno dei nemici della nostra salute, che purtroppo viene sempre più consumato.
Zucchero raffinato

E’ stato calcolato che un americano ne consuma in media in un anno dai 50 ai 60 kg. In Italia per fortuna se ne consuma meno: siamo intorno ad una media di 25 / 30 Kg. Il problema è che noi italiani tendiamo a seguire i comportamenti americani.
Oggi lo zucchero oltre che nei dolci, nelle bevande zuccherate, caramelle e liquori, lo troviamo in molti prodotti industriali, infatti basta aggiungerlo a qualsiasi cibo ed ecco che questo diventa più gradevole (ed è proprio quello che fanno le industrie alimentari). 

sabato 22 marzo 2014

Tè verde per dimagrire

Uno dei consigli che mi sento di dare a tutti i lettori di questo blog è quello di bere tutti i giorni tè verde.
Dimagrire con il tè verde

Essendo presenti sostanze eccitanti come caffeina e teina non bisogna eccedere nelle dosi (tre quattro bicchieri al giorno). Per chi ha problemi di ansia o insonnia è meglio evitare di berlo dopo le tre del pomeriggio.
Il tè verde rappresenta una bevanda eccezionalmente ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo, un vero toccasana per la nostra salute. Inoltre favorisce il dimagrimento, grazie alla sua azione sul metabolismo cellulare.

Il tè verde è ricchissimo di sostanze antiossidanti , in esso sono presenti polifenoli e catechine (fam.dei flavonoidi), in particolare l'epigallocatechina, antiossidante molto potente.

domenica 16 marzo 2014

Glicemia: gioie e dolori

Glicemia e suo controllo
La glicemia rappresenta la concentrazione di glucosio nel sangue.
L'organismo umano possiede un sistema di regolazione che consente di mantenere la glicemia entro certi valori (nell’arco della giornata i valori si mantengono tra i 60 e i 130 mg/dl). Tutto ciò è necessario per la sopravvivenza delle cellule cerebrali .
Questo perché il cervello a differenza dei muscoli non ha possibilità di avere scorte di glucosio e il glucosio ematico è l’unico carburante che sa utilizzare.
Se dovesse mancare il glucosio nel sangue le cellule cerebrali andrebbero incontro a morte in pochi minuti. Ma anche eccessivi livelli  portano seri danni a tutti i tessuti a causa del fenomeno della glicazione (il glucosio reagisce  con le proteine e i lipidi presenti nelle cellule, danneggiandole).

Orto: preparare il terreno

Preparazione del terreno con zappa 
Una volta stabilito quale parte di giardino dedicare alla coltivazione degli ortaggi bisogna cominciare a preparare il terreno. Già verso la fine del mese di febbraio o all'inizio di marzo, quando le gelate notturne volgono al termine, é consigliabile iniziare a preparare la terra dell'orto.

L'orto: terreno e concimi

Le caratteristiche del terreno del nostro orto e in particolare la sua fertilità, possono essere migliorate grazie all'uso dei concimi. Per concime si intende qualsiasi sostanza che possa migliorare le caratteristiche minerali di un terreno e quindi la nutrizione delle piante. E' un fertilizzante. In realtà il nostro terreno può essere migliorato anche per quanto riguarda le sue caratteristiche fisiche(struttura, porosità,capacità di trattenere 
pianta di pisello in terreno ben fertilizzato
acqua) per mezzo di altre sostanze chiamate ammendanti. Esistono poi sostanze in grado di cambiare le caratteristiche chimiche di un terreno come il gesso che abbassa il ph, l'ossido di calcio che lo alza, l'humus che ha un potere tampone. Sono i cosiddetti correttivi.
Tutti questi prodotti servono a rendere il terreno del nostro orto più fertile e a permettere alle nostre piantine di germogliare e crescere sane.
E' fondamentale, come vedremo, la preparazione della terra all'inizio della stagione con ammendanti e concimi per poter avere un buon raccolto.


mercoledì 12 marzo 2014

Il riso integrale


Il riso è un alimento alla base della dieta di molte popolazioni. Si tratta di un cereale della famiglia delle graminacee.
Preferire il riso integrale
L’ Italia é il primo produttore a livello europeo e se ne coltivano circa 50 varietà diverse.
Il consumo pro-capite è di 5 kg all’anno.
Se si fa una ricerca sulla lavorazione del riso bianco si può vedere che nel processo della brillatura si tratta il riso con talco e glucosio e successivamente con olio di lino o di paraffina. Il talco contiene silicato di magnesio, sostanza sulla quale si stanno facendo studi relativi ai possibili effetti negativi sull’organismo umano.

martedì 11 marzo 2014

Viva la pasta integrale



La pasta è uno dei  piatti tipici della nostra tradizione alimentare. Ci sono un numero infinito di ricette, siamo conosciuti in tutto il mondo per questo alimento, siamo i primi produttori. Il consumo pro-capite in Italia è di 28 Kg.
Pasta sì, ma integrale
Se si vuole tenere sotto controllo il peso non bisogna eccedere nel suo consumo in quanto è un alimento ricco di carboidrati, che innalzano l’indice glicemico in modo rapido con  relativo aumento di insulina le cui conseguenze  abbiamo visto in articoli precedenti.
Dal punto di vista nutrizionale la farina che si utilizza nella sua produzione si ottiene da processi di raffinazione che alterano l’originalità del prodotto, eliminando la parte esterna del chicco di grano ( la crusca ) e il germe, questo comporta la perdita di importanti nutrimenti come fibre, vitamine del gruppo b, acidi grassi essenziali, sostanze antiossidanti e sali minerali.

venerdì 7 marzo 2014

Un antipasto di pesce sano e sfizioso

Tartare di salmone e tonno
Il pesce, soprattutto salmone e pesce azzurro in genere, é importante nell'alimentazione per il suo alto contenuto in grassi polinsaturi, in particolare omega 3 (vedi a proposito l'articolo sui grassi alimentari).
Vorrei quindi proporre un antipasto sfizioso a base di pesce, che in realtà può divenire anche un secondo di pesce in una calda serata estiva.
Si tratta di una tartare di salmone e tonno, con avocado, olive e capperi. Un piatto di facilissima esecuzione e squisito, a patto di utilizzare ingredienti freschissimi e di qualità.


mercoledì 5 marzo 2014

Grassi alimentari



Importanza dei grassi alimentari
Prima di parlare dei grassi che introduciamo é opportuno valutare l'importanza del loro ruolo all'interno dell'organismo.

Vediamo quali sono le funzioni dei grassi:

PRODUZIONE DI ENERGIA: costituiscono la fonte di energia maggiormente concentrata presente nella dieta. L'ossidazione di un grammo di grassi sviluppa infatti 9 Kcal. (carboidrati e proteine 4 Kcal).
I grassi vengono utilizzati a riposo (funzioni vitali dell'organismo) e nelle attività di intensità medio bassa.
Se aumentiamo lo sforzo fisico l'utilizzazione dei grassi rimane costante e vi è un progressivo aumento del consumo di glucosio e glicogeno muscolare.


mercoledì 26 febbraio 2014

Indice glicemico degli alimenti


Abbiamo visto in un articolo precedente che l'insulina può essere considerata come  l’ormone dell’immagazzinamento, in quanto provoca l’accumulo di grasso nelle cellule adipose con relativo aumento di peso.
Glicemia e indice glicemico
Tutti gli alimenti, a secondo del contenuto in carboidrati e in parte in proteine, provocano un’innalzamento della glicemia con relativa stimolazione al pancreas a produrre insulina.
Qui entra in gioco il concetto di indice glicemico.
L'indice glicemico (IG) è la velocità con la quale i carboidrati e le proteine di un alimento vengono digeriti, assorbiti, eventualmente trasformati dal fegato, e riversati nuovamente nel sangue sotto forma di glucosio; in parole povere, all'indice glicemico corrisponde la velocità con la quale si alza la glicemia dopo l’ingestione di un alimento.

lunedì 24 febbraio 2014

Quando la "mela" non é salutare


Inizialmente quando un individuo aumenta di peso il grasso si deposita sotto le pelle e si parla di grasso sottocutaneo.
Se il grasso aumenta questo inizia a depositarsi all’interno e attorno all’addome, in questo caso si parla di grasso viscerale, che non è assolutamente salutare.
Conformazione "a mela"
Negli obesi, a seconda di dove abbiamo una maggior deposizione di tessuto adiposo abbiamo due tipi di obesità:

  • Obesità con conformazione “a pera” o obesità ginoide
  • Obesità con conformazione “a mela” o obesità androide

domenica 23 febbraio 2014

La semina in semenzaio

La semina é una delle fasi più delicate nella gestione di un orto casalingo, sia esso in giardino o sul balcone.
Semina e germinazione
Come ho detto in un articolo precedente, se si é all'inizio e non si ha molta esperienza, é meglio utilizzare le piantine che troviamo già pronte nei vivai. L'alternativa é quella di partire dai semi delle piante che vogliamo coltivare, tramite la semina diretta nell'orto o nel vaso oppure in semenzaio, dai quali poi le piccole piante devono essere spostate e trapiantate.

martedì 18 febbraio 2014

La magica verdura


Il consumo di verdura é fondamentale in una alimentazione sana, in quanto contiene dei componenti indispensabili per il nostro organismo.
La magica verdura
A parte l’acqua, presente in maggior percentuale (dal 75 al 95%), abbiamo:

  • fibre, importanti in quanto aumentano il senso di sazietà, favoriscono il transito intestinale, riducono l’assorbimento sia di colesterolo e grassi che delle sostanze cancerogene; interferiscono inoltre con l’assorbimento degli zuccheri.
  • sostanze antiossidantiimportantissime per combattere i radicali liberi.
  • vitamine e sali minerali, che agiscono a livello delle cellule regolando le reazioni che avvengono all’interno delle stesse, indispensabili e fondamentali per la buona salute e l’accrescimento.






lunedì 17 febbraio 2014

L'esercito nemico dei radicali liberi





Prima di parlare dei nutrimenti con proprietà antiossidanti è opportuno conoscere i radicali liberi.
Atomi e radicali liberi 
Torniamo indietro alla chimica che ci insegnavano a scuola: latomo è formato da un nucleo e da elettroni che ruotano in orbite, proprio come un microscopico sistema solare. Quando nell'orbita esterna manca un elettrone il composto diventa instabile, diventa appunto un radicale libero, e per "calmarsi"  dal suo stato "eccitato" deve rubare un elettrone ad un altro atomo. Il primo si stabilizza, ma il secondo diventa a sua volta un radicale libero che cercherà di rubare un elettrone ad un altro atomo ancora, innescando un processo di ossidazione a catena che va avanti all'infinito. Le reazioni di trasferimento di elettroni sono indispensabili alla vita, esse sono infatti la base della produzione di energia e di molti processi metabolici. Tuttavia quando la reazione a catena procede in maniera incontrollata i radicali liberi danneggiano le strutture cellulari, alterandone la funzionalità, fino a causare la morte delle cellule. 

I nemici della salute: obesità e sovrappeso



Attenzione al sovrappeso
Per conoscere se si é in sovrappeso è utile calcolare l’Indice di massa corporea, che dovrebbe rimanere verso il basso dell’intervallo considerato normale (fra 18,5 e 24,9 secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità). 

Indice di massa corporea o BMI = peso in Kg diviso per l’altezza in metri elevata al quadrato: ad esempio una persona che pesa 70 kg ed è alta 1,74 ha un BMI = 70 / (1,74 x 1,74) = 23,1 (bisogna comunque considerare  nel BMI la costituzione fisica dell'individuo). 
Altro metodo di valutazione di obesità e sovrappeso è quello di misurare il giro-vita, che deve essere inferiore a 81 nelle donne e 94 negli uomini.